Informazioni su Milano

Milano è una città di grande attrattiva, che offre molteplici attività di tipo culturale e sociale. Un ritmo frenetico e instancabile caratterizza sia il lavoro che il tempo libero, così che è difficile rimanere indifferenti e non farsi coinvolgere dalla quantità e diversità di stimoli culturali. Antica e moderna, ricca di tendenze e controtendenze, Milano è un laboratorio di esperimenti artistici, ricco di contraddizioni e in continua evoluzione.

STORIA E CULTURA

Milano fu fondata dagli Insubri, una popolazione celtica. A causa della sua posizione strategica, l’insediamento venne occupato dai Romani nel 222 a.C. e annesso all’Impero con il nome di Mediolanum o “Roma Seconda”. Dopo il 313 d.C., l’anno in cui l’imperatore Costantino emise l’Editto di tolleranza nei confronti della religione cristiana, furono edificate molte chiese e venne nominato il primo vescovo della città: Ambrogio. Questi fu una persona talmente influente da dare origine a una tradizione liturgica, definita appunto “ambrosiana” e codificata nella prima metà dell’anno 1000, mentre il Vescovo di Milano divenne la figura politica più importante dell’Italia del Nord.
duomoNel corso del Medioevo, Milano fiorì quale centro commerciale e bancario. Quando la famiglia nobile dei Visconti venne al potere nel corso del 1300, ebbe inizio un lungo periodo di splendore e ricchezza per la città, segnato dalla costruzione di monumenti, quali il Duomo nel 1386, che divenne presto il simbolo della città. Questo periodo di sviluppo proseguì quando la famiglia Sforza subentrò ai Visconti: nuovo impulso venne dato alla scienza, alle arti e alla letteratura, mentre Leonardo da Vinci e Il Bramante venivano chiamati alla corte di Ludovico il Moro.
Nel corso dei secoli, Milano subì alternativamente il dominio della Francia, della Spagna asburgica e dell’Austria, finché nel 1859 la città venne annessa al nuovo Regno d’Italia. Di fatto, quando Carlo V salì al trono nel 1535, la città iniziò un periodo di quasi due secoli di dominazione spagnola, che fu descritto da Alessandro Manzoni nel suo libro I Promessi Sposi. Nel 1859, gli austriaci furono infine cacciati da Milano e la città annessa al Regno di Piemonte e Sardegna, che divenne Regno d’Italia nel 1861. Durante i primi anni del ’900, Milano guidò il processo di industrializzazione della giovane nazione, rivelandosi come fondamentale centro economico, sociale e politico. Milano venne ben presto eletta quale capitale economica e culturale d’Italia, titolo che conserva ancora oggi.

CHIESE E MUSEI

sant ambrogioVi proponiamo una selezione delle più importanti chiese e musei di Milano, che vale la pena di visitare. In primo luogo i più importanti luoghi religiosi della città: l’antica Basilica di Sant’Ambrogio, esempio di stile romanico-lombardo; il maestoso Duomo, dove hanno sede quasi 3.500 statue inclusa la famosa “Madonnina”, coperta da 3.900 pezzi di foglie d’oro; la splendida Basilica di San Lorenzo Maggiore, a fronte delle colonne romane, ultimi resti di un tempio romano del III secolo, che si caratterizza per la varietà degli stili architettonici; Santa Maria delle Grazie, dove si può trovare, all’interno del refettorio, L’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, una delle più famose opere d’arte mai realizzate.

LaScalaNon può mancare una visita al Museo del Teatro alla Scala, dove sono esposti costumi e scenografie di grande valore storico e artistico. La Pinacoteca di Brera, fondata nel 1809 da Napoleone Bonaparte, ospita invece un grande numero di opere d’arte, fra cui capolavori di artisti quali Piero della Francesca, Raffaello, Mantegna, Il Bramante e Caravaggio. Nel cortile si trova una magnifica statua di Napoleone Bonaparte realizzata da Canova nel 1809. La Pinacoteca Ambrosiana è invece il più antico museo cittadino, e vi si possono apprezzare capolavori di artisti come Caravaggio, Leonardo da Vinci, Raffaello e Botticelli. Il Museo di Arte Antica si trova all’interno dello splendido Castello Sforzesco, e ospita importanti sculture che consentono di comprendere meglio la storia lombarda. Il Museo della Scienza e della Tecnica, che prende il nome da Leonardo da Vinci, offre 40.000 metri quadri di spazio espositivo, dedicati a diversi argomenti, dall’astronomia all’informatica: di particolare interesse sono i modelli e alla macchine disegnate dal grande genio toscano.

PRINCIPALI ATTRAZIONI TURISTICHE

Navigli
NavigliQuesto sistema di canali irrigui realizzato attorno al 1100 venne reso navigabile dal Ticino fino al centro di Milano alla fine del XIV, per consentire il trasporto del marmo che era necessario alla costruzione del Duomo. La Darsena di Milano fu per molti secoli un importante porto commerciale per il trasporto fluviale. Era ancora in uso alla fine della Seconda Guerra Mondiale e fu chiusa definitivamente nel 1979.
Oggi il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese, che connette Milano a Pavia, rappresentano una delle zone più affascinanti di Milano, con le sue case tipiche, gli antichi negozi e centinaia di locali notturni su entrambi i lati, perfetti per il tradizionale “happy our”: dalle 18.00 alle 21.30 a Milano è possibile bere cocktails accompagnati da buffet con diverse portate di pasta, carne o pesce.


Brera
BreraBrera è uno dei luoghi più esclusivi e alla moda di Milano.
Situato nel centro storico della città, il quartiere ospita la Biblioteca Nazionale Braidense e Palazzo Brera, dove sono collocati l’Accademia di Belle Arti, la famosa Pinacoteca, il Museo Astronomico e l’Orto Botanico.
Brera, meta di artisti, offre un’atmosfera unica a Milano, tanto da essere talvolta definita la “Montmartre milanese”.
Qui potrete visitare raffinate boutique e fare una sosta in uno dei numerosi bar e ristoranti all’aperto.


Parco Sempione
Arco della Pace2Il Parco Sempione è una grande area verde che si trova al centro di Milano, dietro il Castello Sforzesco. E’ il posto ideale dove passare un pomeriggio domenicale all’aria aperta. Il Parco ospita importanti monumenti quale l’Arena Napoleonica, la Torre disegnata da Giò Ponti, la Triennale di Milano e l’Arco della Pace, un arco di trionfo edificato nel XIX secolo.


Galleria Vittorio Emanuele
galleria vittorio emanueleLa Galleria fu edificata attorno al 1870 ed è chiamata il “Salotto di Milano”. Vi si trovano bar, ristoranti, boutique e librerie storiche.